Il costo acquisto prima casa: alcune conclusioni

Il costo acquisto prima casa

Abbiamo trattato in questi giorni molti elementi riguardanti il costo acquisto prima casa, abbiamo trattato i casi relativi alla costruzione prima casa agevolazioni e i casi ordinari con un approfondimento sui costi del notaio prima casa con consulenza di altri professionisti. Le abitazioni riconosciute con lo status di prima casa / abitazione principale o unica proprietà possono subire delle importanti agevolazioni, bonus e possibilità fiscali dettate dalle riforme e dalle agende politiche economiche annuali. In questi anni gli inquilini e i proprietari hanno visto l’aumentare del prelievo su immobili dovuto ad una crisi economica e una situazione di deficit statale che ha compromesso anche le risorse comunali e provinciali che nella tassazione della casa e dei servizi ha trovato risorse importanti. Valutare il costo acquisto prima casa richiede un’analisi completa della situazione economica, finanziaria e fiscale: se è un progetto in prospettiva bisogna organizzare un piano di risparmio e accumulo credito, se è un’esigenza dovuto ad un cambiamento repentino di vita, come un matrimonio o un trasferimento definitivo di lavoro, bisogna gestire il mutuo con i suoi costi variabili dovuti ai tassi di interesse applicati che vengono in qualche modo abbassati quando ci si trova nel regime di agevolazioni prima casa.

Seconda parte

Il costo acquisto prima casa: alcune conclusioni

Il costo acquisto prima casa: alcune conclusioni

Come prepararsi per affrontare il costo acquisto prima casa? Sicuramente è importante pianificare un budget in considerazione non solo del costo effettivo dell’immobile che abbiamo visto può essere anche inferiore ai prezzi del mercato quando si tratta di una casa costruita da zero, ma anche le varie fasi di realizzazione, consulenza e richiesta permessi dove sono necessari lavori di ricostruzione o ristrutturazione. E’ difficile fare una stima dei costi di consulenza essendo in un regime di libero mercato, tuttavia si possono fare delle ricerche chiedendo dei preventivi valutativi, infine per le spese burocratiche quindi le imposte fiscali prima casa si possono usare le guide presenti sia nell’Agenzia delle Entrate che nei siti degli studi notarili che elencano delle stime di somme da dover applicare al rogito.

Pubblicità