Imposta di registro prima casa: cosa c’è da sapere

Imposta di registro prima casa: di cosa si tratta

L’imposta di registro prima casa è il contributo che chi acquista la prima casa deve versare al fisco. Ovviamente, è applicata anche all’acquisto di seconde case, terze case e così via. Ma qual è la sua ragion d’essere? Essa è intuibile dal nome stesso. L’imposta di registro prima casa serve a coprire le spese di “registro”. A ufficializzare l’acquisto di un immobile è in genere un professionista (il classico notaio) che deve appunto annotare su un registro speciale. L’imposta di registro serve dunque a ratificare l’atto di vendita.

Caratteristiche e agevolazioni

Imposta di registro prima casa: ecco cosa c'è da sapere

Imposta di registro prima casa: info e dettagli

L’imposta di registro rappresenta un onere a “entità” variabile. E’ soggetta a modulazioni e agevolazioni. In genere sono premiati, per l’appunto, coloro che acquistano un immobile destinato a prima casa. A tal proposito è da specificare che per assegnare a un immobile la qualifica di “prima casa” non è necessario abitarci a tempo pieno, ma essere domiciliati nello stesso comune in cui l’abitazione in questione è situata. In genere, il costo dell’imposta non superano, per un ipotetico immobile di 150mila euro, i 6mila euro. Ad ogni modo, per una panoramica completa sull’entità dell’imposta prima casa rimandiamo al sito dell’Agenzia delle Entrate.

Informazioni utili

L’acquisto della prima casa è sempre un momento cruciale per la vita di un individuo. Ancora di più lo è per le giovani coppie, la maggior parte delle quali non godono di un reddito stabile e/o abbondante. Ad ogni modo, il Governo sta pensando ad agevolazioni pesanti dirette proprio a questa categoria di persone (per ulteriori informazioni consulta Mutuo prima casa: il Governo in aiuto alle giovani coppie). C’è da specificare che un intervento legislativo in merito non è stato ancora prodotto. Per saperne di più sull’acquisto della prima casa, invece, potete cliccare qui (Acquisto prima casa: guida pratica).

Pubblicità