IMU prima casa: come pagare con il ravvedimento

L’ultima scadenza per il pagamento dell’IMU prima casa  risale allo scorso 17 dicembre. Se in quella data, per una qualsiasi ragione, non si è riusciti a pagare, è possibile farlo ora on il ravvedimento.

Se si è interessati all’argomento, vi consigliamo la lettura dei seguenti articoli di approfondimento già pubblicati sul sito nell’apposita sezione: “Imu prima casa: cosa avviene in caso di pagamento in ritardo” e “Sanzioni IMU? No grazie! Ecco la guida per scongiurarle.

Come pagare con il ravvedimento

IMU prima casa; come pagare con il ravvedimento

IMU prima casa; come pagare con il ravvedimento

Avvalendosi della possibilità del ravvedimento, l’IMU prima casa può essere pagata in ritardo. Da pochi giorni e precisamente lo scorso 16 gennaio, infatti, è scaduto il termine fissato per il pagamento con il ravvedimento breve e, cioè con una sanzione minima, pari al 3%. Se, tuttavia, vi è sfuggita la data del 16 gennaio potete ancora usufruire della possibilità di avvalervi del ravvedimento lungo, ossia della regolarizzazione entro un anno dalla scadenza e, quindi, entro il 17 dicembre 2013. In tale caso, però si dovrà versare, contestualmente al pagamento della tassa, una sanzione pari a 3,75%, oltre agli interessi legali pari al 2,5% , calcolati per ogni giorno di ritardo.

Il modello F24

Il pagamento, anche in ritardo, avviene attraverso la compilazione del modello F24. Nell’apposita casella dell’IMU si dovrà barrare la sezione “ravv” e nello spazio “anno di riferimento” dovrà essere indicato l’anno di imposta cui si riferisce il pagamento. Per quanto riguarda i codici da indicare, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che è possibile utilizzare gli stessi codici istituiti per il pagamento dell’imposta entro la data della scadenza.

Pertanto, i codici da utilizzare sono:

3912 per abitazione principale e relative pertinenze – comune;

3913 per fabbricati rurali ad uso strumentale  – comune

3914 per terreni – comune

3915 per terreni – Stato

3916 per aree fabbricabili – Comune

3917 per aree fabbricabili – Stato

3918 per altri fabbricati – Comune

3919 per altri fabbricati – Stato

 

Pubblicità