Iva ristrutturazione prima casa: eliminazione delle barriere architettoniche

Iva ristrutturazione prima casa: barriere architettoniche

Si ha accesso all’Iva ristrutturazione prima casa in caso di lavori volti all’eliminazione delle barriere architettoniche in questo caso le agevolazioni sono relative alle prestazioni eseguite da ditte di appalto che hanno svolti i relativi lavori. Per poter compiere questo genere di lavori si può applicare l’agevolazione dell’aliquota ridotta al 4% per favorire i cittadini. L’applicazione dell’aliquota Iva agevolata del 4%, rispetto a quella ordinaria, si ottiene in caso di eliminazione di quelle che vengono definite barriere architettoniche, nel cui elenco rientrano: scalini, spazi limitati, porte strette, pendenze, parapetti, sentieri con fondo costituito da ghiaia, strade dissestate. Possono inoltre rappresentare una barriera architettonica per i portatori di handicap visivi i semafori privi di segnalatore acustico o che presentano sporgenze che possono nuocere; rientrano inoltre in questa serie di agevolazioni anche i lavori relativi alla messa a norma di un ascensore da destinare a soggetti disabili ma anche impianti di un servo scala e la sostituzione di gradini con scivoli. Per altre notizie si rimanda alla lettura dell’articolo Iva agevolata prima casa: cessioni di beni finiti.

Contributi per l’eliminazione delle barriere architettoniche

Iva ristrutturazione prima casa

Iva ristrutturazione prima casa

Il cittadino può richiedere dei contributi per eseguire lavori che permettono di abbattere le barriere architettoniche presenti in edifici privati. In base alla recente norma il finanziamento può essere elargito a delle specifiche categorie di soggetti quali: i soggetti che presentano disabilità che causa menomazioni o limitazioni a carattere motorio di tipo permanete; i non vedenti; i soggetti che hanno a carico persone con disabilità permanente. Inoltre i contributi sono rivolti anche ai condomìni che ospitano questa categoria di soggetti che possono usufruire di questa serie di agevolazioni da destinare in campo edilizio; sono applicabili sgravi fiscali anche ai centri oppure agli istituti residenziali che offrono assistenza a persone con disabilità o portatrici di handicap. Maggiori informazioni si trovano su Iva ristrutturazione prima casa le detrazioni ai fini Irpef.

Pubblicità