Iva sulla prima casa: i cambiamenti previsti dal decreto sblocca-Italia

Iva sulla prima casa: decreto sblocca-Italia

Sul fronte delle nuove costruzioni sono previsti degli aumenti che andranno ad interessare Iva sulla prima casa, si tratta delle spese relative alle ristrutturazioni edilizie e sugli interventi per il risparmio energetico qualificato (per queste voci è prevista l’Iva del 4%). Nel corso di questo 2014 è stato decretato che questa nuova agevolazione sarà sovvenzionata dall’aumento dell’Iva al 10% per quanto concerne non solo la costruzione di nuovi immobili da destinare ad uso residenziale ma anche per l’acquisto della prima casa direttamente dall’impresa edilizia; va ribadito che attualmente era stata stabilita l’Iva pari al 4%. Questo aumento è stato stabilito recentemente dal decreto sblocca-Italia nel corso dell’esame in commissione Ambiente alla Camera, se ne deduce quindi che presto per legge si applicherà l’Iva agevolata al 4% in riferimento agli interventi di ristrutturazione degli edifici che sono interessati dall’applicazione delle detrazioni delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, nell’intenzione di incentivare il recupero edilizio. Per maggiori notizie si rimanda alla lettura dell’articolo Autocertificazione Iva 4 prima casa per l’assunzione di responsabilità.

I principali cambiamenti

In base al decreto sblocca-Italia si potrà applicare l’aliquota Iva del 4 nel caso in cui si avvia la ristrutturazione di un edificio da destinare ad uso abitativo, mentre non si fa riferimento a tale beneficio fiscale per quanto riguarda eventuali interventi di manutenzione straordinaria oppure ordinaria relativa alle parti comuni condominiali, sono esclusi anche i lavori volti al risanamento ed al restauro conservativo, per questa serie di interventi infatti è prevista un’aliquota Iva pari al 10%, in tal caso si fa riferimento alle prestazioni di lavoro ed all’acquisto di beni finiti; da quanto previsto poi dal suddetto decreto legge si applicherà l’Iva del 22% per l’acquisto di materie prime e semilavorate oppure per i “beni significativi”, come stabilito in tema di agevolazioni dalla legge 488/1999. Altre informazioni utili su Iva ristrutturazione prima casa: i lavori deducibili.

Pubblicità