Iva sulle vendite immobiliari

Pubblicità

Iva sulle vendite immobiliari

La cessione di fabbricati ad uso abitativo da parte delle imprese è esente da Iva, ci sono però dei casi che prevedono di applicare l’Iva sulle vendite immobiliari, si tratta delle transazioni immobiliari che coinvolgono le imprese costruttrici oppure se si programma il ripristino dei fabbricati entro 5 anni dall’ultimazione della costruzione o dell’intervento oppure anche dopo i 5 anni, a patto che il venditore decide di sottoporre ad Iva la compravendita esplicitando questa volontà nello stesso atto di vendita o nel contratto preliminare di transaziome; possono essere assoggettati al regime di tassazione Iva anche le cessioni di fabbricati abitativi destinati ad alloggi sociali, per volontà del venditore che deve sempre indicare questa scelta nell’atto di vendita o nel contratto preliminare. Quando la vendita di un immobile da destinare a casa è soggetta ad Iva, la base imponibile su cui calcolare la relativa imposta sul valore aggiunto è rappresentata dallo stesso prezzo della vendita immobiliare; va precisato che il sistema  del prezzo-valore si applica alle vendite assoggettate all’imposta di registro in misura proporzionale ma non a quelle soggette ad Iva. Per approfondimenti sul tema agevolazioni prima casa si rimanda alla lettura di Bonus mobili acquistati nel 2017.

Pubblicità

Le altre tassazioni dovute in fase di cessione immobiliare

Iva sulle vendite immobiliari
Iva sulle vendite immobiliari

Quando si applica l’Iva sulle vendite immobiliari, l’acquirente è tenuto a pagare le seguenti imposte: Iva al 10% in caso di cessioni di abitazioni anche in corso di costruzione a patto che il bene immobiliare risulti classificato nelle categorie catastali diverse da A/1, A/8 e A/9, qualora non sussistano i requisiti per poter ottenre le relative agevolazioni prima casa; Iva al 22% per le cessioni e gli atti di costituzione di diritti reali che hanno per oggetto immobili delle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; imposta di registro fissa di 200 euro; imposta ipotecaria fissa di 200 euro; imposta catastale fissa di 200 euro.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply