Misure ufficiali della nuova Manovra 2016: detrazioni fiscali immobiliari

Misure ufficiali della nuova Manovra 2016: detrazioni fiscali immobiliari

La proroga per un altro anno delle agevolazioni fiscali al 65% e quelle pari al 50% per i lavori di ristrutturazione edilizia, a cui si aggiunge il relativo bonus mobili, sono state confermate dalle misure ufficiali della nuova Manovra 2016. Nel caso delle detrazioni fiscali del 65% esse verranno applicate per quanto riguarda i lavori effettuati per assicurare maggiore efficienza energetica, invece le detrazioni del 50% riguardano i lavori di ristrutturazione edilizie. Sono state introdotte delle novità nella Manovra a proposito dell’estensione delle detrazioni al 65% anche agli enti di gestione delle case di edilizia residenziale pubblica e gli ex Iacp, a cui spetterà inoltre la possibilità di utilizzare un fondo di 170 milioni di euro per le manutenzioni. Facendo riferimento alle detrazioni al 65% esse possono venir richieste dal proprietario dell’immobile che sostiene spese per la sostituzione di porte e finestre, per realizzare coperture, pavimenti, per installare nuovi climatizzatori o pannelli solari per la produzione di acqua calda, per realizzare lavori di adeguamento antisismico, per la rimozione dell’amianto e le schermature solari. Maggiori notizie su Bonus mobili prima casa 2016.

Alcune novità introdotte per il nuovo anno

misure ufficiali della nuova Manovra 2016Tra gli altri benefici fiscali che sono stati prorogati anche per tutto il 2016 vi è il bonus mobili che prevede uno sgravio Irpef del 50% su un tetto massimo di spesa di 10.000 euro per i mobili acquistati da destinare all’arredamento interno di un’abitazione oggetto di interventi di ristrutturazione; un’altra novità riguarda l’introduzione del Bonus mobili che può essere richiesto dalle giovani coppie under 35 che hanno preso in affitto un immobile: in base a quanto previsto da testo della Manovra è stato fissato un tetto più alto per cui la detrazione sarà calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro, contro i precedenti 8.000. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di Spese ristrutturazione casa: le detrazioni.

Pubblicità