Mutuo prima casa 100%: cosa c’è da sapere

La difficile situazione economica e reddituale spinge sempre più famiglie italiane ad orientarsi verso una richiesta di mutuo prima casa pari al 100% del valore dell’immobile. Tuttavia, occorre sapere che il finanziamento dei mutui al 100% è stato bloccato per legge. Ciò significa che gli istituti bancari che ancora offrono questa possibilità non fanno altro che finanziare i clienti per un massimo dell’80% del valore dell’immobile e fanno coprire il restante 20% attraverso l’accensione di una polizza assicurativa sulla casa il cui premio sarà tanto maggiore quanto maggiore risulta l’ammontare del mutuo.

Se siete interessati ad ottenere maggiori informazioni sulle modalità di accesso e di erogazione di un mutuo prima casa, vi consigliamo la lettura dei seguenti articoli di approfondimento già pubblicati sul sito internet nell’apposita sezione dedicata ai mutui: Mutui prima casa: come effettuare una scelta consapevole e Mutui prima casa: guida pratica. 

Quali garanzie vengono richieste

Mutuo prima casa 100%: cosa c'è da sapere

Mutuo prima casa 100%: cosa c’è da sapere

Questa tipologia di mutui è sicuramente abbastanza rischiosa per le banche. Le banche, tuttavia, sanno bene come fronteggiare il rischio. Il primo passo riguarda il ricorso all’ipoteca come condizione imprescindibile per l’ottenimento del prestito, unitamente alla stipula di polizze assicurative dedicate al beneficiario.

Durata del mutuo 100%

Un mutuo di importo più alto prevede, senza dubbio, un allungamento dei tempi di rientro del prestito. In sostanza se, generalmente, un mutuo prevede un piano di ammortamento della durata di 25-30 anni, tale valore potrò aumentare anche a 40 nel caso di un mutuo 100%, tenuto conto anche del fatto che l’importo della rata che il cliente deve fronteggiare non può superare il 30% del suo reddito mensile.

Chi concede mutui 100%

Se è vostra intenzione ottenere maggiori informazioni sul mutui 100%, basta rivolgersi alle banche che li applicano. Tra queste segnaliamo Intesa San Paolo con la sua linea Domus e la Credem con la sua società Creacasa. Esistono, oltre a questi importanti istituti bancari, strutture più piccole che offrono questa soluzione come ad esempio Veneto Banca che ha lanciato il “mutuo trasgressivo”

Pubblicità