Ristrutturazione come fruire della detrazione

Pubblicità

Ristrutturazione come fruire della detrazione

Negli ultimi anni grazie al meccanismo della semplificazione non bisogna prestare attenzione a troppi adempimenti se si esegue la ristrutturazione casa ma è bene sapere come fruire della detrazione. Tra gli elementi indispensabili per ottenere le agevolazioni vi è la corretta indicazione nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi del bene immobilare interessato dai lavori edilizi, se i lavori vengono eseguiti dal detentore dell’immobile bisogna inserire gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati necessari per lo svolgimento del controllo della detrazione; occorre poi conservare i documenti indicati nel provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 2 novembre 2011 visto che possono essere richiesti in seguito dagli uffici. Quindi bisogna avere cura nel conservare i seguenti documenti: comunicazione all’Asl; fatture e ricevute delle spese sostenute; ricevute dei bonifici di pagamento; domanda di accatastamento se il bene immobiliare non è stato censito; ricevute di pagamento dell’imposta comunale se dovuta; delibera assembleare di approvazione dei lavori; tabella millesimale di ripartizione delle spese; dichiarazione di consenso del possessore dell’immobile all’esecuzione dei lavori; abilitazioni amministrative richieste dalla legislazione edilizia in relazione ai lavori da eseguire; dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà dove indicare la data di inizio dei lavori e nella quale si attesta che gli interventi sono soggetti ad agevolazione. Per approfondimenti si rimanda alla lettura di Lavori di ristrutturazione in un condominio.

Pubblicità

In caso di richiesta di finanziamento come comportarsi

ristrutturazione come fruire della detrazione
ristrutturazione come fruire della detrazione

In caso di richiesta di finanziamento per sostenere le spese dei lavori di ristrutturazione, è comunque possible ottenere le relative detrazioni fiscali, quindi il contribuente può richiedere l’agevolazione, in presenza d tutti i presupposti necessari; da parte sua la società che concede il finanziamento si impegna a pagare l’impresa che ha eseguito i lavori con bonifico bancario o postale da cui risultino tutti i dati previsti dalla legge indicando come causale del versamento gli estremi della norma agevolativa, il codice fiscale del soggetto per conto del quale è eseguito il pagamento, il numero di partita Iva del soggetto a favore del quale è stato effettuato il pagamento.

Pubblicità

Be the first to comment

Leave a Reply