Ristrutturazione prima casa in caso di atti illeciti

Ristrutturazione prima casa: come ridurre i costi

Il regime delle agevolazioni fiscali può essere richiesto anche in caso di ristrutturazione prima casa in base a questa serie di sgravi fiscali si possono ridurre le spese sostenute nell’anno, in base al cosiddetto criterio di cassa, l’agevolazione prevista può essere suddivisa fra tutti i soggetti che hanno affrontato la spesa avendo così diritto alla detrazione. Si può dunque avere accesso diretto alla relativa detrazione Irpef per poter ridurre i costi di una parte degli oneri sostenuti per ristrutturare le abitazioni ma anche le parti comuni degli edifici residenziali presenti sul territorio nazionale. Possono usufruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione i soggetti che sono per legge obbligati al pagamento dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, sia residenti oppure no nel territorio dello Stato. Specificatamente quindi è possibile ridurre i costi per i lavori di ristrutturazione edilizia qualora i lavori vengano eseguiti su singole unità immobiliari residenziali appartenenti a qualsiasi categoria catastale ed alle loro rispettive pertinenze. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Iva ristrutturazione prima casa le detrazioni ai fini Irpef.

Atti illeciti

ristrutturazione prima casa

ristrutturazione prima casa

Tra le opere di ristrutturazione da eseguire sugli immobili che sono soggette alle agevolazioni fiscali di tipo edilizio rientrano anche quella serie di interventi con cui possono essere adottate delle misure che hanno lo scopo di prevenire il rischio di commettere degli atti illeciti da parte di terzi, in questo caso si fa riferimento a degli atti considerati penalmente illeciti. Di fatto fanno parte di questa serie di atti ritenuti illeciti i seguenti casi: la violazione di diritti giuridicamente protetti, gli episodi di furto, l’aggressione, l’eventuale sequestro di persone. In tal caso le specifiche detrazioni possono essere applicate esclusivamente a quelle spese sostenute per poter effettuare interventi sugli immobili. Per ulteriori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Iva ristrutturazione prima casa: eliminazione delle barriere architettoniche.

Pubblicità