Ristrutturazione trasferimento della detrazione fiscale Irpef

Ristrutturazione trasferimento della detrazione fiscale Irpef

Un tema non molto chiaro per quanto riguarda la ristrutturazione, visto che sin dall’inizio è stato necessario richiedere maggiori chiarimenti a proposito di tale argomento, è quello del trasferimento della detrazione fiscale Irpef per il recupero del patrimonio edilizio dopo l’acquisto della casa, immobile o appartamento, lo stesso discorso riguarda poi il bonus energetico ed il bonus arredi. Per rendere più facile l’interpretazione dell’ex articolo 16-bis,  comma  8, del TUIR, l’Agenzia delle Entrate ha presentato un chiarimento ufficiale attraverso la divulgazione della circolare AE 25 del 2012 nella quale viene spiegata in maniera più precisa la norma contenuta nel testo unico delle imposte sui reddito. In base a quanto precisato dall’Agenzia delle Entrate in caso di acquisto di una casa soggetta a lavori di ristrutturazione per il recupero del patrimonio edilizio, e che può usufruire delle  detrazioni fiscali Irpef relative alle agevolazioni della ristrutturazione edilizia,  si assiste ad una permuta delle rate per cui il credito residuo a titolo di detrazione fiscale non ancora utilizzato dal contribuente viene trasferita per i  rimanenti  periodi  di  validità dell’imposta, a patto però  che  le parti interessate non si sia accordate in maniera differente.

Bonus fiscale mobili ed arredi può essere trasferito?

ristrutturazione-trasferimento-della-detrazione-fiscale-irpef

Ristrutturazione trasferimento della detrazione fiscale Irpef

È stato necessario dunque apportare una modifica per quanto riguarda la vendita dell’unità immobiliare sulla quale sono stati realizzati degli interventi di ristrutturazione edilizia, per cui se viene pattuito un accordo  tra le  parti,  nell’atto  di  vendita  è  consentito il mantenimento delle detrazioni in capo al venditore, in caso contrario si trasferiscono all’acquirente. La norma prevede che sia possibile inoltre trasferire le detrazioni fiscali per lavori di ristrutturazione di casa in caso donazione o permuta: la detrazione spetta al donante o proprietario dell’immobile. Per quanto riguarda il bonus fiscale mobili ed arredi 2016 non può essere trasferito per cui questo tipo di agevolazione fiscale spetta al soggetto venditore dell’immobile che ha sostenuto la spesa.

Pubblicità