Sistemi di sicurezza domestica detrazioni fiscali

Sistemi di sicurezza domestica detrazioni fiscali

In base alla guida divulgata dall’Agenzia delle Entrate in caso di installazione di sistemi di sicurezza domestica sono dovute delle specifiche detrazioni fiscali si tratta di misure con cui è possibile prevenire atti illeciti all’interno della propria abitazione. Rientrano in questa serie di agevolazione  di tipo edilizio lavori quali: installazione di vetri antisfondamento; opere di rafforzamento, sostituzione oppure installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici; impianti di videocamere collegate con centri di vigilanza privati; montaggio oppure eventuale sostituzione di grate sulle finestre; impianto di saracinesche e di tapparelle metalliche con bloccaggi; installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti; montaggio porte blindate o rinforzate;  apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini; installazione di apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline; impianto di casseforti a muro.

Alcuni esempi

sistemi di sicurezza domestica detrazioni fiscali

sistemi di sicurezza domestica detrazioni fiscali

Nel caso in cui si decide di eseguire recinzioni e cancellate come sistema di protezione per impedire lo scavalcamento di terzi è possibile beneficiare della relativa detrazione, se si tratta di una recinzione muraria ex novo che viene messa in opera da un professionista, è necessario presentare la redazione di un progetto e va richiesta la dichiarazione di avvio dei lavori al Comune di appartenenza, per poter avere accesso a questo tipo di detrazioni bisogna documentare le spese sostenute per la progettazione, così come altri oneri e imposte connesse. Lo stesso discorso vale se si decide di avvalersi di un sistema di sicurezza con porte blindate che rappresenta il metodo più classico di protezione per appartamenti garantendo sicurezza, privacy, isolamento acustico e termico. Trattandosi di spese che fanno parte della voce degli interventi da portare in detrazione è necessario effettuare i pagamenti attraverso bonifici specifici e conservare la documentazione da presentare se vengono effettuati controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate che ha diritto a verificare a sua discrezione la regolarità del contribuente.

Pubblicità