Spese acquisto prima casa: mutuo e finanziamenti vari

Spese acquisto prima casa: prezzo dell’immobile e non solo

L’acquisto della prima casa è un atto importante per le giovani coppie (come anche per i single ovviamente). La casa rappresenta uno dei pilastri della vita di una persona, in Italia più che altrove – c’è proprio una cultura a riguardo.

Il capitolo “spese acquisto prima casa“, però, è complicato e causa di molti oneri. Esistono certo delle agevolazioni, come quella sull’Iva (per saperne di più consultate Iva 4 prima casa: quali sono i requisiti oggettivi?) come esiste anche la possibilità di rinunciarci (per saperne di più consultate Agevolazione prima casa: decadenza e rinuncia) ma è d’uopo tenere d’occhio fin dall’inizio tutte le possibile spese. Tra queste, spiccano le spese relative al mutuo e – soprattutto – un certo numero di voci accessorie legate allo stesso mutuo.

La lista delle spese accessorie

Spese acquisto prima casa: il mutuo

Spese acquisto prima casa: mutuo e dintorni

1) Il costo dell’eventuale perizia sul valore della casa (in particolare la parcella del tecnico).

2) Le spese d’istruttoria legate all’accensione del mutuo (0,5-1% dell’importo mutuato).

3) Polizza fideiussoria, nel caso il mutuo copra più dell’80% del valore dell’immobile. Il senso della polizza è garantire, tramite fideiussione, la copertura superiore all’80%.

4) Spese di gestione e di incasso rata (comunicazioni amministrative).

5) Spese per documenti e certificazioni necessari per la stipula del mutuo (bolli e tasse dei certificati anagrafici).

6) Polizza di assicurazione causa, per legge facoltativa ma in pratica obbligatoria, in quanto richiesta dalla banca che si mette al riparo dal rischio di furti e incendi.

Altre spese

A concludere il capitolo “spese acquisto prima casa” vi è la voce “notaio”. La parcella del notaio è spesso una delle spese più gravose da affrontare nel lungo procedimento di acquisto. Il notaio è chiamato a registrare vari passaggi: stipula del rogito, accensione mutuo, compromesso di compravendita. Le tariffe del notaio sono regolate da un tariffario nazionale che però contempla margini di manovra per il notaio notevolissimi.

 

Pubblicità