Spese ristrutturazione casa ed altri costi deducibili

Spese ristrutturazione casa: l’entità delle detrazioni

Sul fronte edilizio è possibile detrarre le spese ristrutturazione casa, si tratta nello specifico di una serie di agevolazioni che spettano ai proprietari degli immobili ma anche a quei soggetti che hanno diritti reali e personali di godimento sugli immobili che hanno subito degli interventi di rinnovamento interno ed esterno. Attraverso la dichiarazione dei redditi è quindi possibile segnalare le spese sostenute per la realizzazione dei lavori di ristrutturazione e richiedere la detrazione fiscale che può essere richiesta attraverso l’accertamento dei pagamenti attraverso bonifico, oltre a non superare il tetto massimo previsto dalla disciplina in materia relativa alla spesa dei lavori di ristrutturazione è necessario rispettare inoltre un requisiti di tipo soggettivo: bisogna essere contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche ed essere anche residenti nel territorio dello Stato italiano. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Ristrutturazione casa costo reale: cosa si intende.

Le altre spese detraibili

spese ristrutturazione casa

spese ristrutturazione casa

Possono essere aggiunte nella lista delle spese per cui è possibile beneficiare della relativa agevolazione fiscale per la ristrutturazione di un immobile destinato a casa principale non solo i costi di esecuzione dei lavori, ma anche altri costi che comunque rientrano in questo regime fiscale agevolato. È possibile dunque ridurre i costi relativi alla progettazione oppure qualora vengano concesse altre prestazioni professionali; si possono applicare le detrazioni in caso di prestazioni professionali relative al tipo di intervento di ristrutturazione. Tra le altre spese deducibili ci sono: i costi dei materiali; le spese necessarie per lo svolgimento di perizie e sopralluoghi oppure per stilare un’eventuale relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti; a queste voci possono essere aggiunti i costi di alcune specifiche tasse come ad esempio l’imposta sul valore aggiunto, l’imposta di bollo, i diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le denunzie di inizio lavori. Per altre notizie si rinvia all’articolo Ristrutturazione prima casa: il tema delle detrazioni fiscali.

Pubblicità