Tasso agevolato mutui prima casa 2018

Tasso agevolato mutui prima casa 2018

Nell’elenco delle agevolazioni fiscali che riguardano la prima casa si ha anche la possibilità di ottenere un mutuo ad tasso regolamentato che non deve rsultare più alto del tasso effettivo globale medio, la cui percentuale viene pubblicata dal MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze). Nello specifico il tasso agevolato mutui prima casa 2018 è una misura che si rivolge principalmente ai più giovani che in questo modo possono ottenere un mutuo con tassi applicati e condizioni stabilite dalle singole banche sulla base di parametri predefiniti. Per quanto riguarda i tassi  che vengono applicati al mutuo per la prima casa essi vengono fissati da euribor o da irs, e dipendono dalla tipologia di mutuo a tasso fisso oppure a tasso variabile, a cui bisogna aggiungere 1,5% di spread  per i mutui con durata superiore ai 20 anni e 1,20% di spread per i mutui con tasso non superiore a quello pubblicato trimestralmente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Questo tipo di beneficio fiscale può essere concesso anche quelle persone che sono già proprietarie di una prima casa, ma per poter usufruire di tale sgravio si devono rispettare due condizioni: l’immobile posseduto dal soggetto deve essere stato acquistato con i benefici prima casa; il bene immobiliare deve essere ceduto entro il termine tassativo di un anno dalla data dell’atto di acquisto. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di https://www.guidafisco.it/domanda-mutui-prima-casa-acquisto-ristrutturazione-requisiti-1196.

Domanda mutuo prima casa

tasso agevolato mutui prima casa 2018

tasso agevolato mutui prima casa 2018

Per richiedere un mutuo garantito dallo Stato, si deve inviare la relativa domanda che permette di otenere il mutuo ipotecario, la domanda va presentata alla banca convenzionata oppure ad un altro intermediario, solo dopo aver eseguito i controlli per verificare il possesso dei requisiti, l’istituto di credito a sua volta invia il modulo per via telematica alla Consap che gestisce il fondo di Garanzia mutui per la prima casa 2018. Entro 20 giorni, la Consap comunica all’istituto di credito, l’esito della domanda, ed in caso di rifiuto la comunicazione avviene entro i successivi 5 giorni, se invece la risposta è positiva allora la banca ha 90 giorni di tempo per perfezionale l’operazione mutuo o la sua mancata erogazione visto che spetta alla banca la decisione di accettare o rigettare la domanda di mutuo.

Pubblicità