Spese notarili per acquisto prima casa: l’importanza delle visure

Spese notarili per acquisto prima casa: atto di prevendita, rogito e iscrizione mutuo

Le spese notarili per acquisto prima casa si inseriscono nella stima finale del costo da considerare per una futura abitazione principale. Partiamo dal compenso che spetta al pubblico professionista, l’abolizione dei regimi tariffari (Spese acquisto prima casa: in caso di mutuo) rende non calcolabile e prevedibile la spesa richiesta dal professionista per il proprio lavoro che è di grande responsabilità ed è stata trattata e definita da molte sentenze di cassazione. Il notaio guida tutto il processo di vendita: accordo preliminare e rogito, comprendenti la stima di iscrizione mutuo o meno. In questo contesto deve effettuare dei controlli e delle verifiche come imposto dai regolamenti normativi che definiscono le sue competenze e mansioni professionali. Abbiamo detto più volte che le imposte di registro, ipoteca e catasto vengono saldate direttamente al notaio al momento della firma del rogito insieme ad altre imposte di bollo, trascrizione e registro.

Prima della firma conclusiva del contratto il notaio deve fare delle approfondite verifiche sulle condizioni ipotecarie e catastali della casa, deve accertarsi dei requisiti proprietari e sulla inesistenza di mutui o ipoteche gravanti che ne rendono impossibile la vendita.

Visure catastali e ipotecarie? Meglio farle fare al notaio

 

Visure e spese notarili per acquisto prima casa

Visure e spese notarili per acquisto prima casa

Per tale motivo è sempre il notaio ad effettuare le visure ipotecarie e catastali insieme a tutti i controlli di registro collegati, questo perché come la cassazione civile numero 15726 spiega il notaio non ha solo l’obbligo di accertare le volontà di vendita e acquisto ma deve determinare se esistono le condizioni per poter concludere l’accordo senza che nessuna delle parti coinvolte o terze subiscano danni giuridici, economici e patrimoniali. Le visure ipotecarie e catastali hanno un costo e devono essere previste tra le spese notarili per acquisto prima casa, si può preventivare la spesa tenendo conto del tariffario presentato dall’Agenzia delle Entrate, che ha inglobato l’Agenzia del Territorio, su le consultazioni ipotecarie, di trascrizione e formalità. Il lavoro del professionista può portare ad una leggera maggiorazione dovuta alla competenza professionale applicata e che comunque viene in qualche modo tutelata da una sentenza di cassazione che esonera il notaio da colpe se negli atti di registro e notarili sono presenti delle imprecisioni o mancanze dovute a responsabilità di altri professionisti o della conservatorie stessa.

Pubblicità